Cosa c’è nella tua vagina? 85% dei tamponi e prodotti per l’igiene femminile sono contaminati con il glifosato

 

 

Alla fine del 1970 e all’inizio del 1980, più di 50 donne americane sono state uccise dai loro tamponi. Anche se la FDA e l’industria dell’igiene femminile sono stati capaci di far dimenticare il fatto, i tamponi realizzati con alcune fibre non naturali sono stati portatori di batteri mortali e rilasciare una sufficiente quantità di sostanze chimiche per uccidere o ferire più di mille donne.
 
I peggiori trasgressori erano Procter & Gamble di ultra-assorbenti tamponi Rely. Secondo il libro Soap Opera: The Inside Story di Procter & Gamble, la società ha respinto i reclami dei consumatori sui tamponi per anni. Un memo 1.975 società rivelato che i tamponi Rely contenevano un noto agente cancerogeno e che il prodotto modifica gli organismi naturali che si trovano nella vagina. I tamponi sono stati presi dagli scaffali nel 1980, ma molte donne sostengono che hanno subito isterectomie o la perdita della fertilità. Tra le donne attente alla salute, la tossicità di tamponi tradizionali è stata a lungo un elemento di preoccupazione. “Come dico no all’olio di cotone, è per la stessa ragione dico non ad attaccare il cotone tossico nei bastoncini per pulire le orecchie”, scrive Meghan Telpner. “Forse sai che 84 milioni di chili di pesticidi vengono spruzzati su 14,4 milioni di acri di cotone convenzionale cresciuta ogni anno negli Stati Uniti.”

Il rayon viscoso usato nei Tampax è realizzato in pasta di legno. Ma siccome non esistono alberi rayon e gli alberi non si trasformano magicamente in rayon, ci vogliono centinaia di sostanze chimiche. Il candeggio al cloro della pasta di legno è il pericolo maggiore. Il processo crea idrocarburi clorurati, un gruppo di sostanze chimiche pericolose con sottoprodotti che includono diossine, alcune delle sostanze più tossiche conosciute. Non ci sono livelli sicuri per le diossine, sono impossibili da abbattere e continuano ad accumularsi nei nostri tessuti. Ora l’erbicida tossico della Monsanto è stato trovato nel 80% dei prodotti per l’igiene femminile Il glifosato è il prodotto chimico trovato nell’erbicida della Monsanto “Roundup” usato su colture di cotone geneticamente modificato, è stato scoperto nella stragrande maggioranza dei prodotti per l’igiene femminile.

Il gruppo di ricerca presso l’Università Nazionale di La Plata guidata da Damian Marino ha rivelato i loro risultati di ricerca lo scorso fine settimana. Si noti con attenzione che tale ricerca non sarebbe mai stato possibile condurla in una università degli Stati Uniti perché ci sono sempre ricercatori infiltrati e corrotti dalla Monsanto. Esempio: il professore Kevin Folta presso l’Università della Florida, che era stato finanziato per $ 25,000 da Monsanto, pubblicamente dichiarava che non aveva legami finanziari con la società. Anche se Folta è stato esaurientemente riconosciuto come un bugiardo e un violatore dell’etica universitaria, l’Università della Florida non vede nulla di sbagliato in questi inganni. “Un team di scienziati argentini ha trovato tracce di glifosato nel 85% della cura personale e prodotti per l’igiene femminile contenenti cotone e comunemente acquistati nelle farmacie e nei supermercati”, (Rivoluzione News).

“Lo studio ha esaminato un campione di prodotti provenienti da farmacie e supermercati della zona di La Plata, e analizzato tamponi di cotone, garze e articoli per uso femminile. I risultati di tutti i prodotti commerciali rilevati 85% glifosato e il 62% AMPA (metabolita o derivato del glifosato). Quasi il 100% del cotone prodotto in Argentina è transgenico e i trattamenti di glifosato sono realizzati mentre il bozzolo è aperto. ” Continua il dottor Medardo Ávila Vázquez “Avevamo focalizzato la nostra attenzione sulla presenza di glifosato nel cibo, ma non pensavo che i prodotti che usiamo in tutti gli ospedali e centri sanitari del paese, per curare i pazienti, sono contaminati con un prodotto cancerogeno.

Le autorità devono dare una risposta immediata a questa situazione “. Il glifosato è noto per causare il cancro, ma propagandisti sono pagati per coprire la verità Il glifosato è un noto chimico cancerogeno. L’Organizzazione Mondiale della Sanità lo ha classificato come “probabilmente cancerogeni”, e molti altri studi lo collegano chiaramente a un processo del sistema endocrino che porta al cancro. L’EPA ha cospirato con la Monsanto per decenni come ingannare il pubblico e far pensare che il glifosato fosse innocuo, anche dopo aver riconosciuto che la molecola era estremamente pericolosa. Forbes.com è stato determinante nella pubblicazione della propaganda di Monsanto attraverso propagandisti professionali corrisposti dalla corporazione come Henry Miller e Jon Entine. Entrambi sono stati riconosciuti come “mercenari OGM” che tradiscono l’umanità e sostengono l’avvelenamento chimico del mondo in cambio di denaro.

Il glifosato è anche stato dimostrato può promuovere il cancro anche in concentrazione di una parte per trilione, il che significa che anche un’esposizione di basso livello da tamponi potrebbe portare a tumori mortali nelle donne. (L’industria OGM dice che le donne che sono preoccupate per gli OGM sono “contro la scienza” e troppo stupide per capire la tecnologia.) E ‘indiscutibile che la vagina umana assorbe facilmente sostanze chimiche presenti nei tamponi. Quando questi tamponi sono realizzati in cotone OGM, che è la stragrande maggioranza di cotone che è coltivato su scala commerciale, contengono quasi sempre glifosato che viene assorbito attraverso le pareti vaginali ed entra nel flusso sanguigno.

Ciò significa che anche al di là della contaminazione di glifosato nel cibo, le donne devono ora considerare la possibilità che possano venire avvelenate dal glifosato nella vagina attraverso il cotone geneticamente modificato e utilizzato nei tamponi e altri prodotti per l’igiene.

A tutte le donne che collaborano con la Monsanto a qualsiasi livello, diciamo: “Svegliatevi” Perché si dovrebbero utilizzare solo prodotti per l’igiene femminile biologici? L’unico modo sicuro per evitare gli OGM nella vostra vagina sono i prodotti biologici certificati, in materia di igiene, in cotone organico o di altri materiali organici.

E ‘facile per i consumatori dimenticare che i loro jeans sono realizzati da cotone OGM imbevuto di glifosato … o che la garza di cotone nelle loro cassette di pronto soccorso sono anche realizzati con cotone OGM e glifosato. Infatti, anche tamponi di cotone e batuffoli di cotone sono di solito OGM. Quindi, se si vuole veramente smettere di mettere la Monsanto nella tua vagina (o le orecchie, il naso e l’altro posto nel vostro corpo), avrete bisogno di usare prodotti di origine biologica.