Statuto

Difesa diritti dell'uomo FBI

 

“F.B.I.” Onlus è una libera Associazione a scopo di solidarietà sociale, sostegno e difesa dei diritti dell’uomo, apartitica, apolitica e aconfessionale, con durata illimitata nel tempo e senza scopo di lucro, regolata a norma del Titolo I, Capo III, art. 36 e segg. del Codice civile, dal D.Lgs. n. 460 del 4 dicembre 1997, nonché dal presente Statuto.

L’Associazione “F.B.L” Onlus persegue finalità di solidarietà sociale prevalentemente nella beneficenza e nel sostegno diretto e indiretto ai diritti fondamentali dell’uomo, impegnandosi a promuove e sostenere:

La solidarietà verso l’umanità e l’assistenza sociale ai più deboli, la difesa e il sostegno dei diritti dell’uomo e della famiglia, contrasto alla povertà e alla divisione sociale, assistenza alle persone separate e in difficoltà, assistenza e sostegno economico, materiale e psicologico a orfani vedove, a persone e famiglie svantaggiate o colpite dalla crisi economica, assistenza a persone anziane, sviluppo dello scambio gratuito di beni e servizi tra persone per creare network di solidarietà, e dell’informazione relativa al fine far conoscere come migliorare i livelli di vita dei soggetti svantaggiati in ogni luogo del territorio locale, nazionale e internazionale.

Dal 2015 con verbale d’assemblea del 01/03/2015 amplia i propri fini sociali anche alla difesa dei diritti dell’uomo eterosessuale e della famiglia tradizionale, includendo il sostegno all’uomo come atto di elargizione volontaria, senza discriminazione alcuna verso altre realtà e classi sociali, inerente le finalità dell’associazione stessa.

In particolare persegue i seguenti scopi:

1) valorizzare e diffondere la cultura della solidarietà e dello sviluppo morale e spirituale umano, in modo particolare nella condivisione dei beni, delle capacità e dell’intelletto; proponendo un luogo d’incontro che sia modo di vivere, soddisfacimento di bisogni, fattore di sviluppo e condivisione sociale, locale, nazionale e internazionale. Nella convinzione che ogni essere umano ha una sua proprietaria capacità nel fare il bene, che se fatta vivere profondamente e in verità nessuno può soffocare, perché l’uomo libero, è veramente tale se capace di stare con gli altri nei piccoli e grandi fatti della quotidianità;

2) promuovere una rinnovata cultura della giustizia, della legalità, della moralità applicata al sociale come mezzo educativo, pedagogico e terapeutico; risolvendo attraverso di essa situazioni di difficoltà e svantaggio, nella convinzione che anche nel peggiore degli uomini potrebbe esserci qualcosa di buono. Perché l’uomo si scopra capace di donare non qualcosa di banale, ma qualcosa riempito di fatti, significati e storie. Linguaggio quello spirituale che educa a un lavoro sul Sé egoico che si apre all’altro nell’incontro, nella condivisione dei beni, dell’esperienza, delle capacità personali e intellettuali al servizio dell’uomo;

3) ampliare la conoscenza della cultura spirituale applicata al sociale, per favorire l’interessamento delle istituzioni, enti e comunità verso i soggetti e le famiglie svantaggiate, applicare questa conoscenza allo sviluppo della persona e all’apprendimento di nuovi paradigmi sociali;

4) allargare gli orizzonti mentali di educatori, insegnanti, politici, amministratori, professionisti, dottori, scienziati, ricercatori, giornalisti, imprenditori, impiegati, operai, militari, forze dell’ordine, carcerati, operatori sociali in tutti i campi dello scibile umano affinché sappiano comprendere come l’amore per il prossimo e la condivisione diventino un bene incalcolabile per un equilibrato sviluppo della persona e come inestimabile valore sociale economico universale;

5) Chiamare a fuoriuscire, dall’impero mondiale di tutte le falsità intellettuali delle organizzazioni corrotte, religiose, politiche, economiche, scientifiche e mediche, nonché correnti di pensiero disgregatrici che operano occultamente dietro una facciata di perbenismo sociale, tutte le persone di cuore onesto e sincero che a causa di vulnerabilità psicologica, emotiva, economica, e/o di qualsiasi altra natura siano state danneggiate o lasciate in condizione di emarginazione sociale. Radunare tutti coloro che, aderenti e/o fuoriusciti da qualsiasi religione, partito, setta e organizzazione, sentono nel loro cuore e nella loro coscienza il richiamo a quella verità assoluta dell’unico principio Creatore — apartitico, apolitico, aconfessionale;

6) Informare tutte le persone raggiungibili da ogni aderente, secondo le proprie attitudini, cultura e tempo dedicato, dell’inganno con cui sono state sottomesse e manipolate le coscienze e conoscenze delle persone, che ha determinato il loro modo di vivere, essere e pensare sino ad oggi. Promuovere la conoscenza di come il cambiamento sociale e spirituale in atto porterà l’umanità ad una svolta conclusiva e irreversibile a cui nessuno potrà sottrarsi. Mettere ogni singolo essere umano nella condizione di fare una scelta consapevole e di cui si assuma la responsabilità per sè e per i propri figli;

7) Raccogliere e divulgare conoscenze e informazioni che possano aiutare i responsabili di ogni settore dello sviluppo umano, politico, scientifico, medico, sociale, mediatico e religioso a prendere coscienza del loro ruolo e di cosa sono chiamati a rispondere nel grande palcoscenico della storia secolare umana, per il loro ravvedimento da tutti i comportamenti e atteggiamenti illegali, amorali, immorali e non propriamente etici a cui molti hanno ceduto nella loro attività pubblica e privata;

8) Proporre, sostenere, organizzare, mantenere, finanziare, propagandare e sviluppare ogni azione necessaria volta a soddisfare i bisogni essenziali allo sviluppo sociale dell’uomo e della famiglia, materiale, morale e spirituale dell’umanità, nonché all’innalzamento dei valori umani. Sensibilizzare la società civile ad una maggiore solidarietà verso: le famiglie in difficoltà, i disoccupati di lunga durata, i precari, le persone anziane in situazione di svantaggio fisico o economico, le persone sole con disabilità, gli enti privati senza scopo di lucro e pubblici, le istituzioni, e simili. Assistere con azioni mirate di beneficenza sia individuali che collettive, tutti i soggetti sopra menzionati e in difficili condizioni materiali, psicologiche e spirituali. Operare a tal fine in associazione con le strutture istituzionali già esistenti o in toro concorrenza;

9) Organizzare e raccogliere fondi occasionalmente, nonché attrezzature, macchinari, beni mobili e immobili, manodopera volontaria, viveri, e ogni altra risorsa di qualsiasi genere e natura da porre al servizio delle istituzioni sociali in caso di gravi eventi e/o per aiutare persone e famiglie nel bisogno e in difficoltà ad affrontare le crisi socio-politiche, le depressioni economiche e gli eventi disastrosi;

10) Organizzare incontri e riunioni periodiche per approfondire e condividere le conoscenze e le esperienze, nonché sviluppare e sostenere l’unione e la solidarietà, l’aiuto reciproco e fraterno tra esseri umani;

11) Formare e addestrare gli associati ad operare con etica, moralità e professionalità al raggiungimento delle finalità, di “F.B.I.” Onlus, di cui al presente statuto. Dedicare risorse umane, conoscenze, beni, capacità, finanziamenti, al vero sviluppo morale, etico, spirituale, intellettuale della società in generale per creare uno spazio puro all’interno del quale condividere la vera ricchezza che genera soluzioni a problemi di varia natura, vero benessere, pace, sicurezza e piena felicità.